The Demopædia Encyclopedia on Population is under heavy modernization and maintenance. Outputs could look bizarre, sorry for the temporary inconvenience

Dizionario demografico multilingue (Italiano - prima edizione del 1959)

Schema grafico

Da Demopædia.
Versione del 11 feb 2010 alle 11:29 di NBBot (Discussione | contributi) (Bernardo Colombo, ed. 1959)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Schema grafico  (grafic-o, -a, agg., schema —)


Per illustrare una documentazione statistica si può ricorrere a vari tipi di rappresentazioni grafiche1, o grafici1. In particolare, la demografia fa molto uso di diagrammi2 e cartogrammi3. Per chiarire una esposizione, senza pretesa di fornire una rappresentazione fedele della realtà, si possono usare anche schemi grafici4. Un diagramma nel quale si impiega la scala aritmetica su uno degli assi delle coordinate (di solito l’asse delle ascisse) e quella logaritmica sull’altro è un diagramma semilogaritmico5, o diagramma a scala logaritmica semplice5, Se si usa la scala logaritmica su ambedue gli assi, si costruisce un diagramma a doppia scala logaritmica6. Per rappresentare una distribuzione di frequenza (cfr. 144) si può far ricorso, tra l’altro, ad un poligono di frequenza7, ottenuto unendo con segmenti rettilinei i punti immagine delle frequenze delle varie classi, o ad un istogramma8, nel quale ogni frequenza viene rappresentata dalla superficie di un rettangolo avente per base l’ampiezza delle classi, o ancora ad un diagramma a barre verticali9, o diagramma ad ordinate9, in cui ogni frequenza è rappresentata da una ordinata di lunghezza proporzionale alla frequenza medesima.

  • 1. Si usano anche rappresentazioni plastiche tridimensionali (stereogrammi), che possono essere riprodotte graficamente in proiezione.
  • 3. cartogramma, s.m. — cartografico, agg.


Segue...