16

Da Demopædia.


Questa pagina è un brano della prima edizione del dizionario demografico multilingue.
Sopprimere prego questo avvertimento se lo modificate.
Introduzione | Prefazione | Indice
Capitolo | Generalità indice 1 | Elaborazione delle statistiche demografiche indice 2 | Stato della popolazione indice 3 | Mortalità e morbosità indice 4 | Nuzialità indice 5 | Fecondità e fertilità indice 6 | Movimento generale della popolazione e riproduttività indice 7 | Migrazioni indice 8 | Demografia e problemi economico-sociali indice 9
Sezione | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 20 | 21 | 22 | 23 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 40 | 41 | 42 | 43 | 50 | 51 | 52 | 60 | 61 | 62 | 63 | 70 | 71 | 72 | 80 | 81 | 90 | 91 | 92 | 93

16

160

Si dice sondaggio 1 un insieme di operazioni colle quali ci si propone di ottenere informazioni e dati concernenti una certa popolazione (101-2) complessiva partendo da osservazioni condotte soltanto su una porzione della medesima, che si chiama campione 2. L’unità utilizzata per la formazione del campione prende nome di unità di campionamento 4, e può essere composta da una o più delle unità elementari 3, il cui insieme costituisce la popolazione. La scelta delle unità di campionamento avviene in base ad un piano di campionamento 5, o sistema di campionamento 5.

  • 2. campione, s.m. — campionario, agg.

161

Si dice sondaggio probabilistico 1 un sondaggio (160-1) in cui il campione (160-2) è formato per mezzo di una o più estrazioni a caso 2, o estrazioni a sorte 2. Quando si dispone di una completa lista di unità di campionamento (160-4), questa costituisce ciò che si chiama la base del sondaggio 3. Nel sondaggio casuale semplice 4, le unità elementari (160-3) sono usate come unità di campionamento (160-4) e sono estratte a sorte una per una. La frazione di unità estratte prende il nome di frazione di sondaggio 5, o frazione di campionamento 5. Si chiama campione sistematico 6 un campione ottenuto numerando successivamente le unità di campionamento, e prendendo la n.ma, la (n + s).ma, la (n + 2 s).ma, ..., ecc, ove n è scelto a caso e non è maggiore di s. Nel sondaggio a grappoli 7, le unità costitutive del campione non sono estratte a sorte una per una, ma a grappoli 8.

  • 1. Accanto al sondaggio probabilistico si pone il sondaggio a scelta ragionata, in cui la formazione del campione non avviene per estrazione casuale, ma mediante apposita scelta di unità giudicate adatte a fornire, nel loro insieme, una immagine rappresentativa della popolazione (cfr. 163-1).
  • 2. estrazione, s.f. — estrarre, v.t.
    caso, s.m. — casuale, agg. — casualità, s.f.

162

Nel sondaggio casuale stratificato 1 le unità di campionamento (160-4) sono raggnippate in strati 2, che si presumono più omogenei, nei riguardi dei caratteri studiati, della popolazione complessiva: si estrae un campione(160-2) da ogni strat, adottando una frazione di sondaggio (161-5), eventualmente diversa nei vari strati. Nel sondaggio a più stadi 3, la formazione del campione risulta da estrazioni successive di unità di campionamento di diversi ordini: si sceglie a caso, innanzi tutto, un campione di unità del primo ordine; poi, un subcampione 4 (neol.) di unità del secondo ordine in ciascuna delle unità del primo ordine estratte in precedenza, e così di seguito. Si definisce sondaggio per aree 5 (cfr. 301-2) un sondaggio in cui l’unità di campionamento è costituita da una frazione del territorio occupato dalla popolazione considerata.

  • 1. stratificato, agg. —- stratificare, v.t. — stratificazione, s.f.

163

In un sondaggio casuale semplice (161-4) si fa intervenire il caso per ottenere un campione rappresentativo 1, cioè un campione (160-2) che offra un’immagine relativamente fedele della popolazione studiata, in rapporto all’insieme dei caratteri presi in considerazione. In un sondaggio per quote 2, invece, si sceglie a priori il campione in maniera tale che esso dia una buona rappresentazione della popolazione sotto esame nei riguardi di qualcuno dei caratteri considerati. Ad ogni intervistatore (204-2) si assegna il numero, o la frazione, di unità possedenti un certo carattere che il suo campione dovrà includere: rispettando tali quote 3, egli è poi libero di scegliere gli elementi costitutivi del suo campione.

164

Si dice parametro di una popolazione 1 un valore numerico che caratterizzi una popolazione (101-2). La stima statistica 2 è un’operazione che mira a determinare il valore di detti parametri partendo dai risultati ottenuti in un campione estratto a caso (cfr. 161-2). Le stime (154-3) così ottenute sono affette da errori di campionamento 3: una misura della grandezza di questi errori viene ottenuta di sovente mediante il calcolo dello scostamento quadratico medio (141-9) delle stime, il quale allora prende nome di errore quadratico medio 4, o anche, spesso, semplicemente di errore medio 4. Talvolta si associa alla stima un intervallo di confidenza 5, nell’intento di indicare i limiti che possono includere con una certa probabilità il valore della grandezza stimata. Si dice che fra due valori esiste differenza significativa 6 quando, nel caso in cui sia vera l’ipotesi sottoposta a verifica, la probabilità che per effetto del caso si registri una differenza non inferiore è minore di un certo livello di significatività 7.

  • 1. parametro, s.m. — parametrico, agg.


* * *

Introduzione | Prefazione | Indice
Capitolo | Generalità indice 1 | Elaborazione delle statistiche demografiche indice 2 | Stato della popolazione indice 3 | Mortalità e morbosità indice 4 | Nuzialità indice 5 | Fecondità e fertilità indice 6 | Movimento generale della popolazione e riproduttività indice 7 | Migrazioni indice 8 | Demografia e problemi economico-sociali indice 9
Sezione | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 20 | 21 | 22 | 23 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 40 | 41 | 42 | 43 | 50 | 51 | 52 | 60 | 61 | 62 | 63 | 70 | 71 | 72 | 80 | 81 | 90 | 91 | 92 | 93